• Nobel Ue, l’Europa è ancora da costruire

    Al terzo piano dell’edificio Altiero Spinelli del Parlamento di Bruxelles, c’è un’opera d’arte fatta di tubi d’acciaio intrecciati l’uno con l’altro che si protendono verso l’alto, non conclusa. L’idea che noi tutti abbiamo d’Europa è proprio quella di un intreccio di popoli, in cui, laddove venga a mancare un elemento, la stabilità dell’intera struttura vacilla. L’assegnazione del premio Nobel per la Pace 2012 all’Unione europea deve rappresentare uno stimolo affinché ‘l’opera d’arte’ realizzata dai padri fondatori non resti incompiuta. E’ indubbio che l’Unione abbia contribuito all’avanzamento della pace e dei diritti umani, ma ad oggi c’è ancora molta strada da percorrere per costruire quell’unione culturale, sociale ed economica all’altezza di un riconoscimento così importante. Andiamo avanti con coraggio poiché abbiamo a disposizione tutti gli strumenti necessari affinché si realizzi un progetto politico unitario in grado di esorcizzare le derive totalitarie e antidemocratiche che ancora sussistono nel continente europeo.

Comments are closed.