• Più Europa ma anche più coraggio per affermare i nostri valori

    Il congresso del Ppe ci ha dato l’opportunità di riaffermare i nostri valori ma, in questo preciso momento storico, è necessario avere più coraggio. Non è più il tempo di vuoti proclami fine a se stessi. Poniamo al centro dell’iniziativa europea quei principi d’identità, reciprocità e solidarietà in cui abbiamo sempre creduto. E’ opportuno che il Ppe riconquisti l’unione politica, economica e sociale, che lo ha reso il più influente dei partiti europei. Ed è proprio per ovviare tali problematiche che ritengo doveroso potenziare il nostro comune sentire per rispondere fattivamente alle esigenze del popolo, sempre più provato da una crisi economica senza precedenti. Siamo l’unico interlocutore possibile. Occorre solo crederci e riprendere l’iniziativa politica per essere vincenti. L’elezione dell’italiano Tajani a vicepresidente del Ppe contribuirà ad andare verso questa direzione.

Comments are closed.