• Con l’approvazione di YES Europe investiamo sul futuro dei giovani

    E’ stato approvato oggi in Commissione Cultura del Parlamento europeo ‘YES Europe’ il nuovo programma UE per l’educazione, la formazione, i giovani e lo sport, che si inserisce nel quadro della strategia ‘Europa 2020’, e prenderà il via nel 2014. Yes Europe, acronimo per youth, education and sport, andrà a sostituire la vecchia denominazione di ‘Erasmus for all’, per evitare parte della confusione generata con il precedente nome e per sottolineare la multidisciplinarietà dei progetti. Consentirà all’Ue di offrire a studenti, tirocinanti, giovani, docenti, operatori giovanili e altri soggetti maggiori opportunità di migliorare le competenze e di accrescere le prospettive di carriera poiché racchiude tutti gli attuali programmi dell’Ue. E’ importante provare a disegnare un’Europa diversa per i nostri ragazzi, in termini di formazione e di prospettive lavorative.
    Il programma potrebbe offrire opportunità di mobilità a circa 5 milioni di persone in un periodo di 7 anni. Attualmente 400 mila azioni di mobilità europea sono sostenute ogni anno. Questa cifra potrebbe aumentare notevolmente perché si stima che circa 135 mila persone si avvarranno della mobilità internazionale da e verso i Paesi terzi nel periodo di 7 anni considerato. Occorre essere consapevoli del fatto che sia gli Stati membri sia l’Ue sono responsabili della formazione dei nostri giovani e in questo preciso momento storico investire sul futuro delle nuove generazioni è un dovere a cui non possiamo sottrarci.

Comments are closed.