• Approvato il nuovo programma europa creativa

    Oggi è stato approvato in commissione Cultura ‘Europa Creativa’, il nuovo programma per i settori culturali e creativi nell’ambito del quadro finanziario pluriennale 2014-2020.’Europa creativa’ fonde gli attuali programmi Cultura, MEDIA e MEDIA Mundus e comprende un nuovo strumento finanziario per migliorare l’accesso al credito delle piccole e medie imprese e delle organizzazioni operanti nei settori culturali e creativi. Non dimentichiamo che il settore culturale nel 2008 rappresentava il 4.5 del Pil totale europeo e occupava il 3.8 della forza lavoro. Inoltre al di là del contributo evidente al Pil, tale settore ha indubbie ricadute positive anche sul turismo ed è destinato a svolgere un ruolo essenziale nella promozione dello spirito imprenditoriale. Anche in un momento di forte crisi come quello che stiamo vivendo, il bilancio preposto è di 1,8 miliardi di euro per il periodo 2014-2020, con un aumento del 37% rispetto agli attuali livelli di spesa.
    Focalizzandosi specificatamente sulle esigenze dei settori culturali e creativi in un’ottica di superamento delle frontiere nazionali e con una forte enfasi sulla promozione della diversità culturale e linguistica, il programma integrerà altri programmi Ue, quali il sostegno dei fondi strutturali agli investimenti nei settori culturali e creativi, il restauro del patrimonio, le infrastrutture e i servizi culturali, i fondi per la digitalizzazione del patrimonio culturale e gli strumenti nel campo delle relazioni esterne. Infine metterà a frutto l’esperienza e il successo legati a ‘marchi’ esistenti quali MEDIA e le capitali europee della cultura.

Comments are closed.