• Marò, Monti segua l’esempio del ministro Terzi

    Per la prima volta mi trovo d’accordo con il ministro degli Esteri Giulio Terzi in merito alle sue dimissioni annunciate in Parlamento. Il dilettantismo e l’incompetenza con cui è stata gestita la drammatica vicenda dei due marò, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, non poteva passare sotto silenzio. Il ministro Terzi nel corso del suo intervento si è definito ‘uomo di stato’, eppure oltre ad aver brillato d’incompetenza, non ha avuto neanche l’umiltà e il coraggio di chiedere aiuto e sensibilizzare l’Ue a tempo debito. In ogni caso accettiamo di buon grado le sue dimissioni e aspettiamo che il senatore a vita Mario Monti segua il suo esempio.

Comments are closed.