• pesca adriatico

    Ue, Scurria (FdI – Ppe): “Tutelare pesca bacino Adriatico – Ionico con nuova strategia macro regionale”

    “Oggi, al Parlamento europeo di Strasburgo, abbiamo votato per promuovere una nuova strategia nel campo della pesca e dell’acquacoltura nei mari Adriatico e Ionio, un’area marina che bagna molti Stati Ue e non e che ad oggi continua a essere costituita da acque internazionali.

    Occorre, infatti, affrontare il prima possibile la spinosa questione relativa alla nuova regolamentazione della pesca in quelle aree, rispettando quelle che sono le caratteristiche specifiche delle coste, delle insenature e delle isole. Senza stravolgere la vita e l’attività dei pescatori che ad oggi devono fare i conti con il caro gasolio, l’importazione senza controlli e la sempre minore flotta a disposizione. Per questo, mirando a garantire la conservazione e la protezione dell’ambiente, questa nuova strategia macro regionale, ovvero che interessi tutta l’area e apporti un nuovo regolamento per tutti, ha l’obiettivo e l’obbligo di affrontare le sfide e le problematiche comuni dei cittadini delle regioni costiere e di promuoverne lo sviluppo economico e l’integrazione europea nel settore della pesca e dell’acquacoltura, tutelando l’ambiente e l’occupazione.

    Entro il 2013 perciò auspichiamo una rapida adozione, da parte della Commissione europea, del piano d’azione della strategia Ue per la regione Adriatico-Ionica in modo tale da poter rendere il prima possibile il settore della pesca un pilastro economico per l’area e comportare i giusti vantaggi per le attività di settore costiere e dell’entroterra”.

Comments are closed.