• 16aprile-cultura

    Cultura: con capitali europee cultura l’Italia torna protagonista

    E’ stata approvata oggi a Strasburgo la risoluzione sulle Capitali europee della Cultura, della quale ho avuto l’onore di essere stato relatore e la cui approvazione è un’ottima notizia soprattutto per l’Italia. È dal 1985 che una città europea viene nominata Capitale della Cultura, e l’iniziativa fortunatamente proseguirà fino al 2033.
    Oltre ad avere il grande merito di avvicinare tra loro i popoli europei, la designazione della Capitale europea della Cultura porta con sé un indubbio valore economico.

    In un momento di difficoltà come quello che stiamo attraversando, una città italiana Capitale europea della Cultura può significare per il nostro Paese una concreta opportunità di attrarre fondi europei e di incrementare i flussi turistici, sull’esempio della città di Marsiglia, che grazie a questa iniziativa ha visto un deciso aumento nel numero di visitatori pari a circa il 20%.

    Per il 2019, Cagliari, Lecce, Matera, Perugia, Ravenna e Siena sono in lizza per il titolo di Capitale europea della Cultura, e dovremo essere pronti a presentare progetti di valore culturale a lungo termine, in grado non solo di attrarre fondi europei ma di coinvolgere il territorio e la sua comunità in tutte le fasce sociali. Per il nostro Paese, che ha la più alta densità di beni culturali nel mondo, si tratta di un’occasione da non perdere.

Comments are closed.