• tgcom24 logo

    Italiani stanchi di assistere a contraddizioni Ncd e Pd. Renzi bravo con annunci, non nei fatti

    Il dl Lavoro è un decreto per molti aspetti incomprensibile, ci sono una serie di norme e di aspettative all’interno del provvedimento che non si capisce se saranno portate avanti o meno. D’altronde il premier Renzi è abituato a lavorare molto con Twitter, forse da questo dipendono i tanti annunci e i pochi fatti. Gli italiani sono stanchi di assistere quotidianamente alle tante contraddizioni fra la maggioranza in Parlamento targata Pd e Ncd.

    Contro la disoccupazione giovanile abbiamo approvato in Parlamento europeo lo “Youth Guarantee”, programma che prevede fondi per tutti i giovani che hanno finito un periodo di studio o lavoro da quattro mesi e vogliono trovare una nuova occupazione. Un aiuto concreto per i giovani da parte dell’Unione europea, peccato però che ad oggi in Italia non si possa usufruirne pienamente perché ancora molte Regioni non hanno firmato i protocolli per accedere ai fondi europei. Se i media si occupassero di più delle attività del parlamento europeo, la gente sicuramente avrebbe sicuramente maggiore percezione del lavoro che viene svolto per l’Italia dai propri eurodeputati.

    È quanto afferma l’eurodeputato di Fratelli d’Italia-Allenaza Nazionale Marco Scurria, candidato alle prossime europee nel collegio dell’Italia centrale, ospite negli studi di Tgcom24 pomeriggio.

  • Monti Letta Renzi

    Primo maggio: la disoccupazione continua a salire e le aziende chiudono grazie all’inutilità di ultimi tre governi

    Oggi avremmo voluto festeggiare il lavoro e i lavoratori ma nella situazione drammatica in cui ci troviamo, possiamo solo ribadire l’inutilità di tre governi che avrebbero dovuto cambiare le cose mentre ad oggi la disoccupazione continua a salire, le aziende chiudono, la tassazione è sempre da record. Aspetto di vedere quando metteremo in pratica il provvedimento ‘youth guarantee’ che prevede per i giovani di trovare lavoro dopo 4 mesi dalla fine degli studi o dall’ inizio della disoccupazione. Spero che non rimanderemo a Bruxelles anche questi soldi!

  • droghe

    Droga: Renzi continua a spacciare fumo e noi siamo in overdose

    Il Decreto Legge Renzi – Lorenzin apre definitivamente la porta verso la liberalizzazione delle droghe in Italia, delineando – per gli adolescenti, i giovani adulti e le famiglie con problemi di tossicodipendenza – un futuro fatto di incertezze e di sostanze stupefacenti, sempre più pericolose e facilmente reperibili grazie ai buchi di questa legge nata senza di un dibattito democratico.

    Qualora Renzi pensasse di allineare l’Italia all’esempio negativo fornito da alcuni paesi europei, con la depenalizzazione delle c.d. “droghe leggere”, sbaglia in pieno: forse non sa che, fino alla pronuncia di incostituzionalità sulla Fini Giovanardi, eravamo “avanguardia” e best pratice per l’approccio innovativo in materia di accoglienza, disintossicazione, cura e reinserimento socio-lavorativo di chi ha problemi diretti ed indiretti di tossicodipendenza.

    Invece di fare un passo in avanti per rafforzare sempre più il ruolo di eccellenza del nostro paese, potenziando le azioni a tutela dei giovani e della famiglie, Renzi, per bieco interesse elettorale, smantella un impianto funzionante per affrontare, in modo maldestro, un problema che ha origini diverse e che necessita di risposte adeguate: il sovraffollamento delle carceri, tema su cui l‘Italia rischia una sanzione dall’Unione Europea. La logica di fondo, nella sua sciaguratezza, è dogmatica ed ideologica: senza reato non c’è condannato.

    Possiamo dirci sicuri sapendo che le strade saranno piene di spacciatori perché questi non andranno più in galera? È questo il futuro disegnato da Renzi e dai partiti della sua maggioranza: loro sono colpevoli di spacciare menzogne e noi ne patiamo l’overdose.

  • Doodle Cinecittà

    Cultura: il compleanno di Cinecittà è di tutti gli italiani

    Oggi si festeggia un compleanno speciale, quello di un luogo nel quale negli ultimi 77 anni si è celebrata la cultura e l’identità della nostra nazione. La si è rappresentata in tutta la sua ricchezza, nelle sue caratteristiche e anche nelle sue contraddizioni, che la rendono unica e che ci fa essere orgogliosi ogni giorno. È per questo che il compleanno di Cinecittà è un po’ il compleanno di tutti gli italiani.

    Tutti noi, ognuno a modo suo, abbiamo una parte in questo film. Voglio esprimere i miei auguri attraverso un appello al ministro Franceschini, perché si impegni per dare un futuro alle nostre industrie cineaudiovisive.

  • Giorgia Meloni Lampedusa

    Immigrazione: noi gli unici dalla parte dei non garantiti, Italia non sia lasciata sola a gestire le emergenze

    Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale è l’unica forza politica schierata dalla parte degli italiani, a difesa dei non garantiti e delle fasce sociali più deboli. A Catania il nostro leader Giorgia Meloni ancora una volta ha dimostrato che precari, pensionati ed esodati italiani non sono soli nella loro battaglia quotidiana. È inaccettabile che il nostro Paese spenda circa 900 euro al mese per immigrato a fronte di una pensione sociale per gli italiani di 400 euro.

    Lo sbarco simbolico al porticciolo di Ognina inoltre pone l’attenzione verso le politiche Ue imposte all’Italia in materia di immigrazione che come FdI-An e come europarlamentare abbiamo sempre contrastato. Purtroppo la volontà degli stati del nord Europa, primo fra tutti la Germania, hanno sempre imposto all’Italia, anche con la complicità di alcuni partiti di centrodestra italiani, i loro diktat. Come se non bastasse, il governo Renzi ha abolito il reato di clandestinità, presente nelle legislazioni di ogni Paese del Mondo.

    Il governo italiano chieda all’Unione europea di rivedere immediatamente il trattato di Dublino sull’asilo politico e le direttive riguardanti l’immigrazione. Il triste fenomeno degli sbarchi clandestini è un problema europeo e non italiano e il nostro Paese non può e non deve essere lasciato solo nella gestione delle emergenze. L’Unione europea o si regge sulla solidarietà tra gli Stati o non ha senso.

Page 3 of 2312345...1020...Last »