• customLogo

    Roma, Scurria (FdI): “Benvenuto a Rocca, sua adesione è importante contributo”

    “Benvenuto in Fratelli d’Italia a Federico Rocca, già consigliere capitolino del Pdl.

    La sua esperienza, il suo radicamento sul territorio e il suo entusiasmo sono per noi un importante contributo per affermare e a rafforzare con maggiore forza la politica da sempre portiamo avanti su Roma. Quella politica popolare che fa le primarie, che non rimane chiusa in una stanza e che premia la meritocrazia e l’onestà. La stessa che sta continuando a raddoppiare i consensi e che continua ad attrarre a sè, con Officina per l’Italia, personalità politiche diverse che condividono l’intresse di creare qualcosa di produttivo e innovativo per la nostra patria. Non è un caso che Federico abbia deciso di entrare a far parte di Fratelli d’Italia proprio nel giorno in cui si insedia la costituente romana. Siamo gli unici ad avere una struttura definita e radicata sul territorio. A Rocca desidero rivolgere infine i miei migliori auguri: che possa trovare in Fratelli d’Italia il miglior clima per poter sviluppare al meglio la sua esperienza e le sue capacità”.

    È quanto dichiara in una nota il dirigente nazionale ed europarlamentare di Fratelli d’Italia, Marco Scurria.

  • suukyia

    Aung San Suu Kyi, Scurria (FdI – Ppe): “Scusate il ritardo, dopo 23 anni il premio può essere ritirato”

    “Dopo circa 23 anni, il nobel per la pace Aung San Suu Kyi, perseguitata dal regime militare birmano di ispirazione Marxista perché colpevole di aver sempre professato la democrazia nella sua patria, è venuta a ritirare il premio Sacharov al Parlamento europeo di Strasburgo.

    È impressionante quanto facciano paura a chi semina terrore e odio la democrazia e la giustizia, la conoscenza e la determinazione delle proprie idee. Ancora oggi, quando pensiamo che in alcune zone del Mondo vengono private la libertà e la conoscenza al popolo per costringerlo il più possibile nell’ignoranza, la storia e l’esempio di Aung San Suu Kyi restano attuali e ci insegnano che la determinazione e la libertà vinceranno sempre sull’odio e l’intolleranza”.

    È quanto dichiara in una nota il parlamentare europeo di Fratelli d’Italia e del Ppe, Marco Scurria.

  • volontaria buono

    Volontariato, Scurria (FdI – Ppe): “Da Commissione Cultura ok a nuove proposte per tutela settore fondamentale Ue”

    “Oggi la Commissione Cultura del Parlamento europeo ha approvato un’importante proposta di risoluzione sul volontariato e l’attività volontaria in Europa, a dimostrazione di voler continuare sulla strada intrapresa nel 2011 con l’istituzione dell’Anno europeo del volontariato.

    Questa proposta, oltre ad incoraggiare tutti gli Stati membri ad adottare il manuale sulla misurazione del volontariato in modo da poter condividere i loro dati con quegli degli altri Paesi Ue, stimola le autorità nazionali, regionali e locali a semplificare le procedure burocratiche e a prevedere incentivi fiscali per le ONG e le associazioni di volontariato. Chiede uno statuto europeo comune per favorire il riconoscimento giuridico e istituzionale delle associazioni di volontariato. Rilancia il suo sostegno al volontariato transfrontaliero, ovvero un corpo volontario europeo di aiuto umanitario capace di supportare le organizzazioni locali. Inoltre, ribadisce l’importanza e l’esigenza di creare un portale centralizzato europeo con informazioni sui programmi disponibili, per fornire supporto e dati utili ai volontari che vi accedono online. Infine, conferma il successo del portafoglio elettronico, adatto per fornire formazione e una panoramica completa delle abilità del volontario europeo.

    Nuove proposte per tutelare e supportare un pilastro fondamentale della società civile che coinvolge ogni anno 100 milioni i cittadini europei in grado di contribuire alla produzione del 5% del Pil europeo. Nonostante la crisi che viviamo, il volontariato continua ad operare con successo e continuerà ad essere supportato dalla Commissione Cultura del Parlamento europeo”.

    È quanto dichiara in una nota il coordinatore PPE della Commissione Cultura del Parlamento europeo e europarlamentare di Fratelli d’Italia, Marco Scurria.

  • officina logo

    Nasce “Officina per l’Europa”: Identità e sovranità per un nuovo centrodestra

    Si sposta a Strasburgo l’iniziativa lanciata da Giorgia Meloni, Guido Crosetto e Ignazio La Russa con “Officina per l’Italia” che ha riunito ieri a Roma importanti esponenti del centrodestra.

    Nasce “Officina per l’Europa”, che raggruppa gli eurodeputati che hanno aderito al percorso dell’Officina.

    L’iniziativa, promossa dagli europarlamentari di Fratelli d’Italia Carlo Fidanza e Marco Scurria, vede l’adesione di Magdi Cristiano Allam, Sergio Berlato, Susy De Martini e Oreste Rossi.

    “Provenendo da gruppi politici diversi (Ppe, Ecr, Efd) – dichiarano gli eurodeputati – abbiamo voluto promuovere l’Officina in sede europea per dare un contributo di idee e proposte sulle tematiche europee che oggi rappresentano il nodo centrale delle scelte di ogni forza politica.

    Sovranità nazionale, difesa delle radici cristiane, una politica per la crescita che superi l’austerita’ , rinegoziazione di alcuni vincoli finanziari, una politica comune sull’immigrazione: sono questi i capisaldi per un nuovo centrodestra che sappia farsi valere anche in Europa.

    Su questi temi “Officina per l’Europa” elaborerà una piattaforma programmatica per le prossime elezioni europee, che verrà poi presentato pubblicamente in ognuna delle cinque circoscrizioni elettorali”.

  • 13-10-09 cdp EU sea borders-4

    Immigrazione, Meloni – Scurria (FdI): “Letta chieda a Europa immediata attuazione Eurosur, Italia non dev’essere lasciata sola”

    “Meno di una settimana fa il Parlamento europeo approvava a larga maggioranza le nuove regole di Eurosur, il sistema che permetterà di rafforzare la sorveglianza delle frontiere dell’Ue in modo tale da contrastare più efficacemente l’immigrazione irregolare, la criminalità transfrontaliera e salvare la vita dei migranti. Eurosur entrerà in vigore dal due dicembre prossimo per diciotto Paesi Ue, tra cui l’Italia e, nel giro di un anno, dovrebbe diventare realtà effettiva per il resto dell’Unione. Uno degli aspetti più importanti che Eurosur introduce è quello che riguarda l’importanza delle frontiere. Infatti, non saranno più considerate tutte uguali, ma saranno classificate in base al livello di impatto con i flussi migratori. Pertanto, la frontiera italiana, più sensibile di altre, potrà disporre finalmente dell’intervento di squadre europee e di nuove tecnologie all’avanguardia.

    Per questo, al prossimo Consiglio d’Europa, ci aspettiamo che il Premier Letta chieda a gran voce l’attuazione immediata di Eurosur e l’adesione a Frontex, l’agenzia Ue per il controllo delle frontiere esterne, per tutti i Paesi europei. Bisogna entrare nell’ottica che l’emergenza immigrazione non riguarda solo l’Italia o un solo Stato, ma tutta l’Europa. Solo così si riusciranno a contrastare con efficacia l’emergenza, le tragedie di Lampedusa e gli sbarchi clandestini”.

    È quanto dichiarano in una nota congiunta il capogruppo alla Camera dei Deputati Giorgia Meloni e l’europarlamentare di Fratelli d’Italia e relatore per Eurosur del Partito Popolare europeo, Marco Scurria.

Page 4 of 10« First...23456...10...Last »