• 13.10.09.cdp_.EU_.sea_.borders.4-765x415

    DL CULTURA, SCURRIA-MOLLICONE (FDI-AN): “RENZI FA UN ‘BUONO’ AL SETTORE, INTERVENTO INSUFFICIENTE. BENE CREDITO IMPOSTA E TAX CREDIT, MA MASSACRO FONDAZIONI LIRICHE E MUSICALI”

    “È certamente un segnale l’approvazione del decreto Cultura e dell’apertura, fra le altre cose, al mecenatismo ma è ancora troppo bassa la percentuale del 65% di credito d’imposta rispetto alle sponsorizzazioni culturali. Bisognerebbe guardare agli esempi internazionali come quelli del Giappone dove è al 100%, sempre in base a scaglioni contributivi.

    In merito alle Fondazioni liriche è totalmente negativo il nostro giudizio dal momento che non si tratta di fabbriche in cui riducendo la mano d’opera si riducono proporzionalmente la produzioni di linea, ma di realtà culturali in cui si rischia la paralisi o la chiusura. In più i lavoratori, nei casi in cui non vengono prepensionati, vengono spostati nel solito carrozzone statale, non affrontando il problema ma affamando gli impiegati. La lirica è una nostra eccellenza del mondo, la sinistra la sta distruggendo.

    Ben lontano è il traguardo della sussidiarietà che prevede la valorizzazione con assegnazione al privato culturale di luoghi archeologici e monumentali per più anni, sempre con la vigilanza distinta e distante del pubblico e non asfissiante come ora. Insomma, la rivoluzione che Renzi ha annunciato per ora è solo una ‘ammuina’.

    Lo dichiarano in una nota congiunta gli esponenti di FdI-An Marco Scurria, eurodeputato, membro della Commissione Cultura del Parlamento europeo e candidato alle europee e Federico Mollicone, membro dell’esecutivo nazionale.

  • colosseo

    Colosseo: Scurria (Fdi-An), per Franceschini figuraccia internazionale

    « Trovo imbarazzante l’incapacità del ministro Franceschini di gestire le attività museali di Roma per la notte dei musei. Non è concepibile che il Colosseo, uno degli anfiteatri più importanti del mondo, resti chiuso a causa della totale incapacità del ministro competente ». Lo afferma, in una nota l’eurodeputato di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale Marco Scurria che addebita al titolare del Mibact quella che definisce « una figuraccia davvero internazionale ».

    « E’ possibile che un ministero di importanza strategica per una Nazione ricca di storia come l’Italia non riesca a chiudere un accordo sindacale per trovare cinque volontari trai i dipendenti per lasciare aperto il più famoso monumento di Roma? Se fossi il ministro della Cultura -prosegue Scurria- preferirei dimettermi piuttosto che dover ammettere di non essere all’altezza di gestire il monumento più famoso del mondo nella notte in cui aprono i musei europei. »

     

    Continua a leggere su Libero.

  • colosseo

    NOTTE DEI MUSEI: FRANCESCHINI FIGURACCIA INTERNAZIONALE DOVREBBE DIMETTERSI

    Trovo imbarazzante l’incapacità del ministro Franceschini di gestire le attività museali di Roma per la notte dei musei. Non è concepibile che il Colosseo, uno degli anfiteatri più importanti del mondo, resti chiuso a causa della totale incapacità del ministro competente. E’ possibile che un ministero di importanza strategica per una Nazione ricca di storia come l’Italia non riesca a chiudere un accordo sindacale per trovare cinque volontari trai i dipendenti per lasciare aperto il più famoso monumento di Roma?

    Se fossi il ministro della Cultura preferirei dimettermi piuttosto che dover ammettere di non essere all’altezza di gestire il monumento più famoso del mondo nella notte in cui aprono i musei europei. Una figuraccia davvero internazionale. Fratelli d’Italia sostiene un modello sussidiario: aprire ai privati, mantenendo l’indirizzo pubblico e valorizzando il personale interno con corsi di aggiornamento e formazione per cui l’Europa stanzia ogni anno milioni di euro. Il Mibact quanti fondi ha utilizzato per i nostri monumenti?

  • Doodle Cinecittà

    Cultura: il compleanno di Cinecittà è di tutti gli italiani

    Oggi si festeggia un compleanno speciale, quello di un luogo nel quale negli ultimi 77 anni si è celebrata la cultura e l’identità della nostra nazione. La si è rappresentata in tutta la sua ricchezza, nelle sue caratteristiche e anche nelle sue contraddizioni, che la rendono unica e che ci fa essere orgogliosi ogni giorno. È per questo che il compleanno di Cinecittà è un po’ il compleanno di tutti gli italiani.

    Tutti noi, ognuno a modo suo, abbiamo una parte in questo film. Voglio esprimere i miei auguri attraverso un appello al ministro Franceschini, perché si impegni per dare un futuro alle nostre industrie cineaudiovisive.

  • ggggiovani

    Approvato in Commissione Cultura del Pe il nuovo piano per i giovani

    Oggi in Commissione Cultura abbiamo approvato il nuovo ciclo della strategia Ue per la gioventù. Il piano per i prossimi anni prevede un maggiore utilizzo dei finanziamenti dell’Unione a sostegno delle nuove generazioni colpite da un livello di disoccupazione inaccettabile, soprattutto in Europa meridionale. Per poter utilizzare al meglio i fondi occorre che tutti gli Stati membri sfruttino appieno i finanziamenti messi a disposizione dall’Unione europea per migliorare la formazione dei nostri ragazzi e prepararli alle nuove sfide del mercato globale. Purtroppo nel 2011 la perdita economica connessa all’ allontanamento lavorativo dei giovani è stata stimata a 153 miliardi di euro, pari al 2% del Pil dell’Unione.
    La piaga della disoccupazione sarà uno dei temi centrali che verrà affrontato anche il prossimo 27 e 28 giugno del corso del Consiglio d’Europa, soprattutto per quanto riguarda la possibilità di detassare il lavoro giovanile e utilizzare i fondi strutturali per creare occupazione. Perché non possiamo permettere che si continui a evitare il problema, diventato ormai un grave peso socioeconomico per i Paesi dell’Ue. A oggi la possibilità di occupazione, l’imprenditorialità, la formazione e l’istruzione dei giovani richiedono competenze elevate e moderne. E’ dunque di estrema importanza che in questo periodo di crisi l’Unione fornisca strumenti migliori alle nuove generazioni, finanziando con coraggio i programmi per i giovani.

Page 1 of 212